Foto color buenos aires


Foto color buenos aires
A spasso per... Buenos AiresHomepage
1 - Cosa vedere
       Plaza de Mayo, Catedral, Casa Rosada, San Telmo
       Palermo, Giardino Botanico, Museo de Bellas Artes
       Recoleta, La Boca, Caminito Street Museum

2 - Trasporti e consigli vari
       Come muoversi
       I "pass" per trasporti e musei
       In auto a Buenos Aires
3 - Dove mangiare e dormire
       Consigli per i pasti
       Assaggiando la cucina argentina
       Consigli per il pernottamento

4 - I dintorni di Buenos Aires
       Delta del Tigre 
       San Antonio de Areco
       Estancia Villa Maria




"Buenos Aires, capitale dell'Argentina, non è solo la porta di ingresso per chi vuole visitare questo enorme Paese, ma è anche una città vivace che conserva le antiche tradizioni, oltre che cuore politico, economico e culturale della nazione."


1- Cosa vedere

Buenos Aires in tre giorni.  Buenos Aires e dintorni meritano senz'altro una visita di diversi giorni, se non addirittura di qualche settimana, per godersi con calma le bellezze locali. Ma per coloro che sono solo di passaggio o che non hanno molto tempo a disposizione, ecco un possibile itinerario (facilmente adattabile ai vostri gusti ed alle vostre esigenze specifiche) per vedere la città in soli tre giorni, ad esempio visitando le maggiori attrazioni turistiche in un romantico fine settimana lungo:


1 ° giorno: Plaza de Mayo, Catedral, Casa Rosada, San Telmo

l

Plaza de Mayo, Cabildo, Catedral, Casa Rosada: La mattina recatevi alla famosa Plaza de Mayo, fondata nel 16° secolo, con i suoi begli edifici coloniali e l'ampia zona pedonale, e date un'occhiata a siti storici come: il Cabildo, il municipio originale di Buenos Aires, che risale al 1610 ed oggi ospita il Museo Nazionale del Cabildo, con i suoi numerosi reperti relativi alla città durante il 18° secolo; la Catedral Metropolitana, del 16° secolo ma con una facciata neoclassica iniziata nel 1822, è una delle prime chiese fondate dagli Spagnoli nel Paese, e vanta degli splendida interni neo-rinascimentali e neo-barocchi insieme a numerose importanti opere d'arte, tra pale d'altare e statue del 18° secolo, così come un enorme organo Walcker del 1871 che è considerato uno dei migliori del suo genere; la Casa Rosada, il Palazzo presidenziale rosa pallido con il famoso balcone da cui Evita Peròn affrontava le enormi folle ansiose di vederla, edificio che oggi ospita il Museo de la Casa de Gobierno, il quale fornisce una cronologia dei presidenti argentini fino al 1966 insieme a reperti e cimeli relativi.
Pranzo: Potete fare uno spuntino, se volete rimanere in zona e in tema, al famoso Café Tortoni, istituito nel 1880 e considerato il cuore del tango. Si tratta di una delle caffetterie più storiche e paesaggistiche della città, e qui potete scambiare due chiacchiere con gli abitanti.

San Telmo, Museo Storico Nazionale: Il pomeriggio recatevi a Plaza Dorrego in San Telmo, uno dei quartieri più pittoreschi di Buenos Aires, con le sue stradine in ciottolato ed i vecchi edifici in stile coloniale sede di numerosi studi d'arte e gallerie. La zona è anche famosa per i suoi caffè, saloni di tango, e boutique ed è davvero un piacere esplorarla. La più grande attrazione di San Telmo è l'eccellente Museo Storico Nazionale, con le sue esposizioni relative alla storia dell'Argentina, ed oltre 50.000 reperti. Un altro museo interessante è il Museo di scienze naturali, con mostre di flora e fauna argentina, insieme a un acquario. La Domenica nel quartiere si tiene la famosa Fiera Antiquaria di San Telmo. In questo bazar a cielo aperto, è possibile acquistare piccoli oggetti d'antiquariato e souvenir da portare a casa, durante la visione di spettacoli di tango dal vivo. Poi salite Calle Defensa a dare un'occhiata ad altre antichità nei numerosi negozi allineati lungo la strada, come ad esempio Galería El Solar de Franch.

Cena: Potete cenare a El Viejo Almacén e guardare il loro spettacolo, è un ottimo modo per terminare la giornata. Si tratta di un locale con arredamento d'epoca che offre spettacoli di tango, con o senza cena. Si trova nel quartiere di San Telmo e, se potete permettervelo, vi farà fare un vero tuffo nel passato.

L

2 ° giorno: Palermo, Giardino Botanico, Museo de Bellas Artes
Palermo, Giardino Botanico: La mattina dirigetevi a Palermo, la zona di Buenos Aires dove si trovano molti dei parchi più grandi e più famosi della città. Una volta parte della tenuta del dittatore Juan Manuel de Rosas, oggi la zona è sede di una pletora di ottimi ristoranti etnici e negozi di moda d'avanguardia. Qui che troverete il Giardino Botanico, con i suoi numerosi laghi, ponti e sculture distribuite su ben 20 acri di paradiso. Fondati nel 1898, i giardini vantano circa 5.000 specie di fiori provenienti da tutto il mondo. Importanti sono anche i giardini francesi e italiani, insieme a un museo di erbe e la scuola orticola. Vale anche la pena di visitare i Giardini Giapponesi di Buenos Aires, il più grande giardino del genere in Sud America, famoso soprattutto per la sua collezione di bonsai, ma ha anche esposizioni di arti e mestieri tradizionali e un centro culturale.

Pranzo: Non ci sono molti posti nel mondo dove è possibile mangiare un bel pezzo di succosa carne di manzo con contorno, indulgere in altri piatto di degustazione dello chef, e bere un'ottima bottiglia di vino, il tutto per meno di 30 euro. Qui non è il paradiso della pizza, ma della carne!.

Museo Nacional de Bellas Artes: Andate a Plaza Italia e fare una passeggiata intorno, godendovi il contrasto degli alberi verdi contro gli edifici di marmo bianco che costeggiano questa parte della Avenida Santa Fe. Dirigetevi verso il Giardino Zoologico per vedere un po' di animali. In seguito, vagate per i parchi lungo Avenida Libertador, in direzione del Museo Nacional de Bellas Artes, con opere di maestri europei come Rodin, Renoir, Monet, van Gogh, insieme a molti importanti artisti argentini. In alternativa, potete visitare il Museo Nazionale delle Arti Decorative, inaugurato nel 1911 e sito nel bellissimo Palacio Errázuriz, nel quartiere di Recoleta: è certamente da non perdere per gli appassionati d'arte e di grande architettura, con dipinti di manieristi spagnoli e impressionisti francesi, mobili in stile barocco, arazzi, porcellane, e argenti.

Sera: Puerto Madero seduce con un drink al tramonto ed i ristoranti. Las Cañitas e Palermo Hollywood offrono i bar, club e ristoranti più trendy, e la festa inizia dalla mezzanotte in poi. Buenos Aires è piena di offerte culturali: balletti, opera, concerti serale, non c'è che da scegliere per passare delle ore.


3 ° giorno: Cimitero di Recoleta, La Boca, Caminito Street Museum

l

Cimitero di Recoleta, Museo e Centro Cultural, Plaza Francia: La mattina andate al monumentale Cimitero di Recoleta, dal nome del convento francescano qui costruito nel 1716, a rendere omaggio alla tomba più famosa della città, quella di Evita Peròn, imbalsamata nella tomba di famiglia Duarte. Naturalmente passeggiate per vedere molte delle altre tombe ed elaborati mausolei presenti, tutte opere d'arte gloriose realizzate per argentini illustri. In seguito, esplorare il resto della Recoleta con i suoi numerosi giardini pubblici, caffetterie e negozi di artigianato, così come altre attrazioni, tra cui il Museo de Arte Hispanoamericano "Isaac Fernández Blanco", con la sua vasta collezione di argento coloniale, sculture in legno, dipinti, e costumi, e la Biblioteca Nazionale, di cui il grande letterato Jorge Luis Borges è stato direttore nel 1950. Dietro l'angolo dal cimitero, andate al Centro Cultural Recoleta per visitare l'ultima mostra d'arte, e specie se avete bambini non dimenticate di visitare la sezione dedicata ai bambini con le sue mostre interattive di scienza. Poi potete dirigervi in Plaza Francia e prendere un caffè presso La Biela, uno dei più famosi caffè della città. Dopodiché, potete fare un po 'di shopping lungo l'Avenida Alvear.
La Boca, Caminito Street Museum, Museo di Arti decorative: La Boca è senza dubbio il quartiere letteralmente più colorato di Buenos Aires, nonché ritrovo preferito per i tipi artistici e creativi, molti dei quali manifestano la loro arte direttamente nelle strade, decorando ad esempio balconi e terrazze con sculture divertenti di ballerini di tango e di altri personaggi. Gran parte del divertimento qui per i visitatori è esplorare il Caminito Street Museum, una zona pedonale colorata che funzionato come un museo a cielo aperto e un mercato dell'arte fin dal 1959. Un vero mosaico di colori, questa striscia di edifici luminosi ed estremamente fotogenica offre artigianato di qualità, souvenir, sculture, e libere dimostrazioni di tango all'aperto. Un po' più formale è il Museo delle Arti Decorative di Quinquela Martín con la sua eccellente collezione di opere di importanti artisti argentini del 20° secolo.


2- Trasporti e consigli vari

Come muoversi. Il trasporto pubblico è, senza dubbio, il modo più comune per muoversi e andare in giro a Buenos Aires. I turisti possono aspettarsi di utilizzare i mezzi pubblici, in particolare il sistema di metropolitana e gli autobus pubblici, più volte al giorno. Anche girare a piedi è un altro ottimo modo per vedere la città da vicino. L'autobus (chiamato "micro" o "colectivo") è un modo veloce ed economico per viaggiare per la città. Questo è uno dei mezzi di trasporto più utilizzati nella Capitale e nella periferia. Gli utenti della maggior parte delle linee di autobus di solito aspettano per non più di quindici minuti ed i viaggi, compresi quelli nelle zone più lontane, in genere non prendono più di 40 minuti. Il servizio è disponibile 24 ore al giorno, ma la sua frequenza diminuisce dopo 00:00. Ci sono più di 180 linee che attraversano tutta la città. La tariffa minima è di .30 centesimi. Al momento dell'imbarco, indicate la destinazione e l'autista vi dirà il prezzo. Ci sono distributori di biglietti automatici che emettono i biglietti, che possono essere controllati in viaggio, quindi sarà ci sempre bisogno di monete per ottenere il biglietto su un autobus o un colectivo. Prestate attenzione ai cartelli che indicano la destinazione finale di un autobus, dal momento che autobus con lo stesso numero possono fare percorsi leggermente diversi. Il "Subte" è il sistema di metropolitana di Buenos Aires. Quattro delle sue 5 linee convergono in centro, la principale area turistica e di soggiorno, mentre línea C corre da nord a sud. La metropolitana è il mezzo più semplice e veloce di trasporto. Essa è collegata con le principali strade e stazioni ferroviarie e degli autobus. L'orario di funzionamento è dal Lunedi al Sabato ore 06:00-23:00 e la domenica 08:00-22:00. La tariffa è flat (circa 0,30 centesimi) e pagabile presso le biglietterie situate in diverse stazioni. Ogni biglietto può essere usato per andare in qualsiasi punto della città, anche per lunghi viaggi che combinano diverse linee. Queste connessioni che consentono ai passeggeri di usare più di una linea sono chiamate "combinación".


I "pass" per trasporti e musei.  Se hai intenzione di rimanere in Buenos Aires per un certo tempo, o avete intenzione di utilizzare i mezzi pubblici di frequente, può valere la pena di acquistare una SUBE Card, una carta ricaricabile che permette di viaggiare su autobus, treni e metropolitana (Subte) in città e nella provincia di Buenos Aires, ed è più conveniente che pagare in contanti per ogni viaggio. Le SUBE card possono anche essere utilizzate per il pagamento dei pedaggi autostradali ('peajes'). Le schede possono essere acquistate presso gli uffici postali e presso dei selezionati fornitori per $ 25. Le carte possono essere ricaricate in tutte le stazioni Subte e in molti Kioscos in città. Le tariffe per ogni singolo viaggio in metropolitana (Subte) sono di ARS $ 5, o $ 4,50 con una SUBE card. I biglietti possono essere acquistati - e le carte SUBE ricaricate - presso qualsiasi biglietteria della stazione Subte. I prezzi degli autobus variano tra AR $ 3 e $ 3.50 con una scheda ricaricabile SUBE o tra $ 5 e $ 6 senza, e dipendono dalla distanza su cui si sta viaggiando. Dite al conducente di autobus dove siete diretti e lui vi permetterà di conoscere la tariffa. Se si paga in contanti, accettano solo monete. Per bus per viaggi a lunga distanza dalla città, dirigetevi verso il Terminal de Omnibus in Retiro, accanto alla stazione ferroviaria di Retiro. I viaggi in autobus a lunga percorrenza sono molto comuni in Argentina, i livelli di comfort sono alti e le molte linee di autobus in esercizio mantengono i costi relativamente bassi. Oltre 80 autolinee operano dal terminal degli autobus Retiro, con destinazioni in tutta l'Argentina e in tutta l'America Latina. I biglietti possono essere acquistati presso il terminal, presso alcuni fornitori autorizzati in città, oppure online. Purtroppo Buenos Aires è una tra le poche grandi città del mondo a non avere un Museum Pass, per cui vi toccherà pagare in ogni singolo museo e fare le rispettive file. Non proprio il massimo per attirare i turisti!
l.L

In auto a Buenos Aires. Guidare in centro a Buenos Aires durante i giorni feriali significa inevitabilmente due cose: il traffico e proteste. Come ogni grande città, Buenos Aires ha alcuni importanti problemi di traffico. Aggiungete a ciò il fatto che gli abitanti della capitale sembrano amare la protesta e andare incontro a maggiori ingorghi. Una tattica preferita dei manifestanti è quello di bloccare le corsie di traffico per rendere pubbliche le loro ragioni. La polizia non li disperderà neanche. Sono pochi i giorni in cui non ci si imbatte a un certo punto in qualche marcia di protesta. Quindi guidare una macchina qui può essere molto stressante. Inoltre, molte delle strade sono di fatto usate come delle autostrade a due corsie e di notte le auto girano a volte addirittura senza le luci accese! Inoltre, alcune aziende di noleggio faranno del loro meglio per trovare un modo per mantenere il vostro deposito cauzionale, perciò dovete controllare attentamente il vostro contratto di noleggio e prepararvi a dare battaglia, se necessario. Assicuratevi che i documenti assicurativi dell'auto siano validi, altrimenti rischiate una multa molto salata. Se pagate il benzinaio con la carta di credito, state attenti alle doppie strisciate: alcuni falsificano la vostra firma completando l'opera. Attenzione ai furto d'auto in città come Buenos Aires ed evitateli parcheggiando l'auto in una zona ben illuminata. Intorno Buenos Aires la polizia a volte istituisce dei blocchi stradali al fine di chiedere delle tangenti. In alcune zone turistiche i bambini piccoli si offriranno per proteggere la vostra auto per una piccola mancia. Se avete un incidente, non discutete con la polizia e siate educati e pazienti. Se avete una macchina fotografica a portata di mano conservate le immagini prese dell'incidente per la polizia ed a fini assicurativi. Dovreste dare una copia del rapporto di polizia alla vostra compagnia di assicurazione. Quando ha un incidente, le società di noleggio locale vi caricherà solitamente una penale per poi restituirvela quando riceve indietro la macchina.



3- Dove mangiare e dormire

L

Consigli per i pasti. In Argentina troverete sia ristoranti di alta classe (tra i 20 e i 40 euro) che economici (tra i 5 ed i 15 euro). In realtà non avete vissuto in Argentina fino a quando non siete stati in un "Asado". Questo è il barbecue argentino. Se siete fortunati potrete godere di questo in un ranch sulle Pampas serviti da un vero gaucho (cowboy argentino). A Buenos Aires ci sono una serie di ristoranti o ristoranti Asado con una griglia Asado. Sarete di solito in grado di riconoscere la grande griglia, talvolta circolare, dalla finestra di fronte. Alcuni di questi ristoranti si chiamano "Parillada" o "Parilla", che significa casa griglia o alla griglia. Nella maggior parte dei ristoranti in Argentina, si vedrà una sezione del menu intitolata Parilla o alla griglia. Potete mangiare in una parrilla con una cifra compresa fra 10 e 20 euro. Ovviamente, se fate la spesa al supermercato e vi cucinate da voi, spenderete ancora meno. Inoltre un gran numero di argentini sono di origine italiana, per cui si trovano facilmente una pasta favolosa e pizze. Anche se l'acqua è potabile di buona qualità in gran parte del paese, e l'Argentina è una delle più grandi riserve di acqua dolce del pianeta, non è possibile ottenere un bicchiere d'acqua di rubinetto in un ristorante: se si ordina l'acqua, si avrà una bottiglia. Una bottiglia di vino vi costerà fra i 15 ed i 40 euro. Gli argentini fanno quattro pasti nel corso della giornata. La colazione comprende caffè, latte e croissant serviti con marmellata o dulce de leche. Panini, pasta, carni e insalate costituiscono il tipico pranzo argentino. La merenda può consistere in un panino o in un dolce. La cena è più abbondante, tanto da durare anche più di 2 ore, e comprende un antipasto. In Argentina, come in Italia, si paga il coperto, o cubierto, è per le posate, le tovagliette e (spesso) il pane raffermo si riceve al tavolo. Alcuni ristoranti davvero spingono su il prezzo con il cubierto, utilizzandolo essenzialmente come un modo per combattere l'inflazione. Il cubierto va al proprietario, non al personale, così si dovrebbe ancora lasciare una mancia dell'ordine del 10%. In Argentina si cena verso le 9 o le 10 di sera, pertanto se un ristorante è mezzo vuoto all'ora di cena (10:00), il cibo può essere scadente, per cui evitatelo. Chiedere di prendere gli avanzi per casa da un ristorante una volta era inaudito ed è ancora considerato un po' tabù a Buenos Aires, e certamente nel resto dell'Argentina, ma nella maggior parte dei locali si può chiedere una scatola per il take-way del cibo avanzato.

L

Assaggiando la cucina argentina. Metà del divertimento in Argentina è rappresentato dal cibo. È sempre possibile mangiare un'ottima bistecca. Una cosa che potete ordinare in un bar o fast-food è un "Lomito": si tratta di una bistecca di carne con un pomodoro e lattuga sul pane, ed è di gran lunga meglio di un hamburger. A volte i lomito sono dotati di formaggio o uovo sulla parte superiore. Troverete anche la "Milanesa", una cotoletta di vitello impanata e sottile, che viene fritta con un tocco di limone. Si può anche chiedere una "Milanesa Napoletana", che sopra ha una fetta di prosciutto, formaggio e salsa di pomodoro. La milanesa può essere fatta anche con petto di pollo (se servito con patate fritte e banane fritte, si chiama "Suprema de Pollo Maryland"). Invariabilmente, in Argentina la carne viene servito con salsa "Chimi Churri" sul lato, che include aglio, prezzemolo, pepe, olio, aceto, e un sacco di sale. Non potrete mai mangiare carne più saporita. Altre carni, come agnello e "chivito" (capra) pure sono cucinati alla griglia. Dovete poi provare le "empanadas", panzarotti che possono essere fatti con qualsiasi cosa, da quelli dolci per il dessert a una grande varietà di altri, con imbottiture come il formaggio, cipolle, mais, pollo, manzo, tonno (soprattutto per Pasqua). Sono serviti come antipasto o come piatto principale, e sono o fritti o al forno. Inoltre, è possibile mangiare la "provoleta", una fetta di provolone grigliato, come fosse una bistecca. I pasticcini in Argentina mostrano l'influenza dell'immigrazione europea. Ci sono croissant e altri simili prodotti da forno, così come "masas finas" (pasticceria fine), che ricorda la gastronomia tedesca o francese. Il "churros" (di forma cilindrica, dolce fritto con lo zucchero), può essere mangiato bevendo cioccolata calda. Troverete che gli argentini amano il "dulce de leche", fatto con latte e zucchero, la cui cottura per lungo tempo si trasforma in una crema spalmabile ottima sul pane per la colazione o uno spuntino. Fondamentalmente, è molto simile al caramello, ma un po' diverso nella sua consistenza. Un alfajor è un pezzo di paradiso in terra! Si compone di due biscotti rotondi unite con dulce de leche e immersi in un bagno di cioccolato al latte. Infine, gli argentini amano il gelato, che è fatto in stile italiano, ed è offerto in centinaia di sapori.

L

Consigli sul pernottamento. L'Argentina è uno di quei paesi che ospita ogni tipo di viaggiatore. Che tu sia un turista zaino in spalla che viaggia con un budget molto limitato o un viaggiatore di lusso alla ricerca di indulgere nelle "cose ​​belle della vita" c'è sempre un albergo, o una sistemazione per soddisfare i vostri desideri. In generale, in Argentina i prezzi salgono quanto più a sud si viaggia. Troverete che i prezzi sono gonfiati nella Patagonia meridionale. in quanto semplicemente costa di più a vivere in posti isolati e più freddi. l tipi di alloggi disponibili in Argentina sono diversi. Ci sono un sacco di opzioni disponibili per i viaggiatori in economia, tra cui alberghi e un piccolo numero di pensioni. Per i viaggiatori di fascia più alta ci sono alberghi a 4 e 5 stelle in quasi tutte le destinazioni. I viaggiatori in cerca di un'esperienza più tradizionale apprezzeranno la possibilità di soggiornare fuori città in uno dei campos. Non importa dove tu vada, i prezzi delle catene internazionali di hotel sono quasi sempre gli stessi. A Buenos Aires un hotel 5 stelle come PuroBaires costerà circa 300 euro a notte, mentre per un grazioso hotel 3 stelle come il Duque Hotel si va sui 130 euro a notte. Ci sono hotel meno costosi ed i prezzi variano in altre parti del paese. Per una stanza nel bel 3 stelle Babilonia Hostel a Cordoba è molto probabile che spendete circa 40 euro a notte. Sembra che ci sia un ostello in ogni isolato in Argentina, e in effetti ci sono una serie di catene di ostelli. Il prezzo è molto varia, ma davvero non vale ciò che si ottiene. L'ostello medio a Buenos Aires costerà tra i 12 e i 20 euro per un dormitorio, mentre le stanze private circa 25-30 euro a notte. In Patagonia troverete questi prezzi superiori di circa il 15% in alta stagione. Sempre più spesso, un soggiorno in un ranch in Argentina sta diventando molto popolare. La gamma di prezzi per soggiornare in uno dei ranch è abbastanza vasta. Ci sono ranch che forniscono i pasti e una serie di escursioni, con una sensazione di lusso, fino a 200 euro al giorno. Tuttavia, ci sono una serie di opzioni economiche: si può soggiornare in un ranch per un minimo di circa 30 euro al giorno. 

 


4- I dintorni di Buenos Aires

L

Delta del Tigre. Al di là di periferia di Buenos Aires c'è il Delta del Tigre, uno splendido complesso di isole e paludi piene di piccoli sentieri, bed & breakfast, resort, e d'avventura. Si può fare una gita qui da Buenos Aires o renderlo un punto di pernottamento. Separato da un breve tragitto in treno da Buenos Aires, è perfetto per una gita di un giorno o una breve fuga con pernottamento. Nel suo percorso verso l'Atlantico, il possente fiume Paraná crea un paesaggio complesso e mutevole delle zone umide e insenature conosciuto come il Delta del Paraná. A soli 50 minuti di treno dalla stazione di Retiro, Tigre non è solo una buona meta a sé stante, ma anche il punto di partenza principale per le escursioni in barca nel Delta. Il delta offre uno scenario lussureggiante, un'atmosfera rilassante, un giro in barca e in treno e la possibilità di vedere un altro modo di vivere argentino. Si può scegliere, se andate in viaggi organizzati, tra una giornata intera e mezza giornata di visita, ed entrambe comprendono una crociera sul delta, oltre al trasferimento in pulmann fino in loco. Quando i locali vogliono allontanarsi da tutto, si avventurano al di là delle periferie della città per queste isole di fitte foreste. Le acque color caffè colorato (a causa del sedimento naturale) rendono la zona un paradiso per gli amanti dell'acqua, con attrazioni come gite in barca, canoa e kayak tutte concentrate qui. Potete vedeere le case del lungomare su palafitte, un mercato, e la casa e il museo dell'ex presidente dell'Argentina Sarmiento, che ha incoraggiato le persone a costruire le loro case qui. Visitate una delle località remote delle isole termali, fate equitazione, o semplicemente camminare per la città di Tigre. Il Museo de Arte de Tigre, un museo d'arte argentino ospitato in uno splendido edificio della belle-époque sul lungomare, merita una visita, anche solo per ammirare la struttura stessa. Non perdetevi il Puerto de Frutos, un mercato giornaliero con centinaia di venditori che vendono cibo e artigianato lungo il fiume Luján. I treni diretti per Tigre partono dalla stazione Retiro e si possono prendere all'incirca ogni 45 minuti. 


San Antonio de Areco. Le Pampas sono le fertili pianure circostanti Buenos Aires, ed è qui che si dovrebbe andare a cercare la cultura gaucho. La città principale al centro di tutto questo è San Antonio de Areco, circa 1 1/2 ore a nord della capitale (da cui dista circa 115 km), una delle più belle città della pampa. Alcuni visitatori soggiornano in questa città, mentre altri soggiornano nelle estancias (ranch) circostanti. Qui, i visitatori possono avere un assaggio della vita rurale tradizionale, visitando uno dei tanti estancias circostanti, che aprono le loro porte regolarmente al pubblico. Dedicate la giornata per andare a cavallo, mangiare asado (barbecue) e, tornati in città, esplorate le strade lungo la piazza principale, magari visitando uno dei numerosi negozi che vendono fibbie per cinture, speroni e altri autentici souvenir gaucho. Quelli con un po' di tempo in più possono visitare il Museo Gauchesco Ricardo Güiraldes, un museo dedicato a tutte le cose gaucho. Immersa tra campi coltivati ​​lussureggianti, la città accoglie molti residenti di Buenos Aires, che vengono per l'atmosfera tranquilla e le pittoresche strade coloniali. La città risale agli inizi del 18° secolo e conserva una grande quantità di Criollo (persone di pura origine spagnola nati nel Nuovo Mondo) e tradizioni gaucho, soprattutto tra i suoi artigiani, che producono oreficeria molto fine e articoli di selleria. Intorno alla Plaza Ruiz de Arellano, così chiamata in onore della fondazione estanciero della città (proprietari di ranch), sono vi diversi edifici storici, tra cui la Parroquial Iglesia (chiesa parrocchiale). Il viejo puente (ponte vecchio, 1857), attraverso il Río Areco, segue la carrareccia originale nord dell'Argentina. Una volta incrocio a pedaggio, ora è un ponte pedonale che porta alla attrazione principale di San Antonio de Areco, il Museo Gauchesco Ricardo Güiraldes. San Antonio de Areco, infatti, è stata fondata nel 1730, sotto la protezione di una cappella inaugurata da José Ruiz de Arellano. E' stata dichiarata città di interesse storico nazionale dal governo argentino ed è nota per essere la patria di Don Segundo Sombra, il personaggio immortale del romanzo scritto da Ricardo Güiraldes. Areco si spegne durante la siesta del pomeriggio.
Estancia Villa Maria. I ranch vecchio stile chiamati estancias punteggiano la vasta campagna argentina. Anche se alcuni rimangono fattorie private, molti hanno aperto le loro porte agli ospiti, pur continuando le operazioni giorno per giorno di un ranch - in particolare nella provincia di Buenos Aires, a breve distanza della capitale. Per i visitatori, è una possibilità di gustare la raffinatezza del vecchio mondo e fascino rurale che nasce dalla prospera tradizione agricola del paese. Estancia Villa Maria è uno di questi; ciò che lo distingue dal coro è un'eleganza al top che è in contrasto con alcuni dei ranch più rustici della zona. Estancia Villa Maria è il più importante sviluppo immobiliare nel sud di Buenos Aires. Situata a soli 45 minuti da Buenos Aires i suoi quartieri privati comprendono 658 ettari distribuiti in un design urbano accogliente. Villa Maria si presenta come il posto migliore per vivere e godere di un fine settimana di vacanza. Nel suo entro storico, al centro della tenuta di 1.500 acri, c'è magnifico palazzo Tudor-normanno in stile rurale che è stato costruito nel 1927 dall'architetto Alejandro Bustillo, e ora funziona come un boutique hotel, ed è circondato da 180 acri di parco previsti dal famoso paesaggista Benito Carrasco. Con oltre 20.000 alberi e 300 specie diverse, è uno splendido paesaggio naturale curato con stile e raffinatezza. Sorprendentemente autentico, il palazzo pare uscito da una fiaba; sembra giusto, perciò, che proprio un giro in carrozza trainata da cavalli sia una delle tante attività a disposizione degli ospiti. Estancia Villa Maria è stata fondata da Vicente Pereda alla fine del XIX secolo. Estancia Villa Maria ha un campo da golf, hotel boutique di lusso e spa più quattro case club. Altri lussi della estancia sono ristorante gourmet, cantina e degustazioni, etc. Non deve quindi meravigliare che dormire anche solo in una camera in questo posto può costare qualche centinaio di dollari, tuttavia una vostra passeggiata nell'ambito di una gita di un giorno o di mezza giornata è praticamente gratuita. Estancia Villa Maria si trova a circa 15 minuti dall'aeroporto internazionale di Ezeiza.

l

l

Il libro per avere in pochi minuti un quadro completo e dettagliato
  di come risparmiare sui biglietti aerei e difendersi dai possibili problemi.

(162 pagine, 56 figure a colori)



RISPARMIA CENTINAIA DI EURO CON L'AIUTO DI QUESTA GUIDA!
Vai alla pagina con la descrizione e l'indice del libro cliccando qui
Scarica subito da qui il software  
"CONSUMI AUTO 1.0" 

Per abbattere la tua spesa di carburante e scoprire come si può viaggiare
in auto per andare in vacanza, ma spendendo meno conti alla mano.



l


"A spasso per... Buenos Aires"
ti consente di risparmiare prenotando da qui la tua auto per il viaggio con
 

  Interplanet, agente generale Hertz, ti offre le migliori tariffe di noleggio auto e una vasta gamma di veicoli tra cui minivan, cabrio e fuoristrada in tutto il mondo.
Per procedere alla prenotazione clicca qui o su "Prenota adesso"
  Ultime Offerte
Affrettati e prenota in anticipo l’auto della flotta Hertz che desideri per le tue vacanze!
    Avrai la tranquillità di trovare il veicolo che desideri al tuo arrivo. Le tariffe vanno prepagate al momento della prenotazione e garantiscono un ampio risparmio. È possibile cambiare la prenotazione in qualsiasi momento senza alcun costo aggiuntivo. Le prenotazioni possono essere annullate entro 7 giorni senza penale contattando Interplanet GSA al numero 199.118855 oppure 02.67073195.      

Regno Unito

Francia

 

Spagna

 

Stati Uniti

 

Italia

 

MIGLIORI TARIFFE

Per maggiori informazioni fai riferimento ai Termini e Condizioni allegate.       VIVI IL TUO SOGNO DI VIAGGIO

Scegli tra i veicoli esclusivi della flotta FUN o PRESTIGE.  
 

Le "migliori tariffe" sono calcolate sulla base delle tariffe standard prepagate Hertz per l'auto di categoria più piccola per 7 giorni in questo mese e sono disponibili solo presso determinate agenzie all'interno del paese indicato. I prezzi indicati sono da intendersi al giorno e sono soggetti a modifiche senza preavviso.

    Questo servizio è offerto da
INTERPLANET SRL - Viale della Liberazione, 18 20124 - MILANO - ITALIA per conto di Hertz Europe Ltd  
l Attenzione!  L'autore, per ragioni di tempo, non può rispondere a eventuali richieste di informazioni supplementari o di chiarHomepageimenti relativi agli argomenti trattati in questo sito. Inoltre non si assume alcuna responsabilità riguardo le informazioni fornite, pur avendo posto la massima cura possibile nel verificarle. Sono invece ben accette tutte le segnalazioni di eventuali errori, delle quali ringrazia in anticipo.

                                                                       Copyright © 2015 Mario Menichella. Tutti i diritti sono riservati.


Foto color buenos aires 99
Segunda Mano Gran Buenos Aires
Foto color buenos aires 95
Distintas Trans Travestis Buenos Aires Escorts Argentinas
Foto color buenos aires 86
A SPASSO PER. BUENOS AIRES - Come organizzare un viaggio
Foto color buenos aires 74
Renovacin de Licencia Buenos Aires Ciudad - Gobierno de
Foto color buenos aires 91
Abigail - Escorts Argentinas - Escorts en Buenos Aires
Foto color buenos aires 50
Avisos Clasificados Gratis Buenos Aires en alaMaula
Foto color buenos aires 77
Foto color buenos aires 92
Foto color buenos aires 38
Foto color buenos aires 48
Foto color buenos aires 34
Foto color buenos aires 88
Foto color buenos aires 53
Foto color buenos aires 79
Foto color buenos aires 98
Foto color buenos aires 8